Politica

Lettera alla Gazzetta: Abbiamo tre candidati sindaci (per la rimanenza non c’è storia!)

Riceviamo e pubblichiamo:

“Tutti coloro che dimenticano il loro passato sono condannati a riviverlo”

Lo disse Primo Levi, scrittore e testimone delle deportazioni naziste che era sopravvissuto ai lager hitleriani.

La memoria è tesoro e custode di tutte le cose». Nel De Oratore, Cicerone afferma che la storia è «testimone dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra di vita»: la memoria è conoscenza di un passato che ci permette di vivere e interpretare il nostro presente con maggiore consapevolezza. Grazie alla memoria del passato, purché narrato secondo verità, sia l’uomo comune che il politico possono imparare, attraverso l’esempio altrui, a valutare con maggiore sicurezza qualunque situazione perché la conoscenza di ciò che è già accaduto rende più solide e fondate le previsioni per il futuro.

 L’uomo moderno riesce a trarne benefici dalla storia e dalla memoria?

Sembrerebbe proprio di no, a giudicare con quanta superficialità, con quanta leggerezza se non spregiudicatezza oggi valutiamo il presente.

Il 26 maggio ci troveremo a dover decidere per la nostra San Severo quale sarà la classe politica che dovrà avere il timone per dirigere la vita dei prossimi 5 anni di questa città.

Abbiamo tre candidati sindaci (di cui uno giovanissimo) che si contenderanno il voto di questa tornata di amministrative (per la rimanenza non c’è storia!). Chi può aiutarci nel fare la scelta giusta per il bene di tutti, per non deluderci e gettare nell’oblio questo paese per nuovi 5 lunghi anni?

LA RISPOSTA È NELLA MEMORIA!

Un consiglio: rileggete compostaggio, scambio di favori, clientelismo, ecomafie, compravendita di voti, droga, malaffare, cazzaroverde  e troverete l’UNICA CIVILE VIA DI SALVEZZA per questa Città.

                                                                                                        Luigi Della Rovere

Altri articoli

Back to top button