In evidenzaPrima paginaSport

LETTERA APERTA ALLA COMUNITÀ CESTISTICA DI SAN SEVERO E ALLA SUA ENCOMIABILE SOCIETÀ

Si dice che la notte porti consiglio. Ebbene, mettiamo da parte la delusione ed affrontiamo le cose con un senso di obiettività. Anzitutto, un consiglio. Rialzare SUBITO la testa e guardare avanti, con ostinazione e cuore, ma anche con fierezza, quella fierezza che DEVE portarsi dietro con sé una Grande Comunità, una Grande Società, un Grandioso e Glorioso Movimento Cestistico, la Cestistica Città di San Severo.

Non può e non deve essere certo una formula sportiva francamente iniqua e sportivamente insostenibile a cancellare due interi anni di faticosissima programmazione e di grandi, grandissimi investimenti che, diciamola tutta, hanno inconfutabilmente dato vita a straordinari risultati sportivi che sono sotto gli occhi di tutti, addetti ai lavori e non.

Due partite “secche” giocate in meno di 48 ore, all’esito di una regular season lunghissima e vinta meritatamente sul CAMPO, di una serie di playoff parimenti lunghissima, dispendiosa e vinta meritatamente sul CAMPO, non rendono davvero GIUSTIZIA ad una realtà sportiva, una Società, un Team che ha fatto tutto, ma proprio tutto quanto era nelle proprie corde per meritare una più che legittima Promozione.

San Severo MERITA la SERIE A2, e questo non è un giudizio, ma un fatto, oggettivo ed innegabile!
Lo merita una Città intera, che è stata in grado di portare su un palcoscenico nazionale come quello delle Final Four ben 1.000 appassionati come nessun’altra realtà cestistica della cadetteria nazionale.
Lo invoca a voce altissima la sua Storia, una Storia fatta di oltre 50 anni di passione infinita, competenza e rispetto, da sempre, dei valori dello Sport.

Lo merita questa encomiabile Società, fatta di professionisti esemplari e competenti, cui vanno tributati i più sinceri complimenti. Si, i più sinceri complimenti, perché ci hanno regalato, ci regalano e continueranno a regalarci pagine di Storia che, consentitemi di dirlo a voce alta, solo una straordinaria programmazione e competenza tecnica possono realizzare.

Lo merita la dedizione e la passione smisurata del nostro Presidente, cui mi sento di rivolgere a nome di tutta la San Severo del Basket la più ampia gratitudine ed un forte e sincero abbraccio, che possa lenire un comprensibile sconforto del momento, certo che non mollerà mai, perché, come noi tutti, ama, senza se e senza ma, questi colori.

Lo merita lo stesso MOVIMENTO CESTISTICO NAZIONALE, che NON può NON riconoscere con il GIUSTO tributo i valori e la passione di questa Piazza, una Piazza che, oggi più che mai, meriterebbe di pieno diritto la sua giusta collocazione, che si chiama Serie A2. Perché lo ha ampiamente dimostrato sul CAMPO, perché il Basket italiano non può e non deve fare a meno di questi gloriosi colori!

Concludo con un invito a Tutti Noi, che proviene dal cuore: mettiamo da parte i sentimenti avversi. Non sono quelli che ci contraddistinguono. Oggi più che mai facciamo sentire il nostro calore a questa straordinaria Società e tutti insieme continuiamo ad urlare FORZA NERI, senza MAI abbandonare la speranza: QUESTA È PROPRIO L’ULTIMA A MORIRE….

Un sincero ringraziamento va, infine, ai nostri Ragazzi, atleti straordinari e professionisti esemplari. E chi come me è cresciuto di pane e basket a San Severo sono certo che comprenderà perfettamente il senso di questa lettera.

Forza Neri, sempre! #cestisticacittàdisansevero #leganazionalepallacanestro

Marco Marchegiani

Altri articoli

Back to top button