Comunicati

MAIZZI: “SEMPRE DISATTESI DAL SINDACO GLI ACCORATI INVITI DEL MOVIMENTO CONSUMATORI”

CI E’ PERVENUTO IN REDAZIONE IL SEGUENTE COMUNICATO DAL LOCALE “MOVIMENTO CONSUMATORI”:

BRUNO MAIZZI, nella sua qualità di Vicepresidente nazionale nonché legale rappresentante della locale Sezione del MOVIMENTO CONSUMATORI, a seguito di paventate vessazioni perpetrate in danno dei Cittadini di San Severo, già da tempo ha chiesto formale incontro con il primo cittadino, al fine di chiarire delicate questioni relative ai tributi locali, a seguito di esose cartelle esattoriali giunte ai Cittadini. Purtroppo però, il Sig. Sindaco, forse preso da suoi molteplici impegni istituzionali, non ha tempo da dedicare all’annosa problematica. Nella prima missiva inoltrata alla Sua attenzione, si sollecitava l’incontro, affinchè si potesse insieme trovare una consona soluzione che in qualche modo permettesse ai cittadini/contribuenti di ravvedersi bonariamente nei confronti della fiscalità locale, eliminando gli esosi balzelli contabilizzati annualmente. Nel secondo invito inoltrato il 16 u. s., MAIZZI sollecitava di essere ricevuto, al fine di far adottare alla locale Società addetta alla Riscossione dei Tributi la prevista agevolazione delle Cartelle/Ingiunzioni dei Tributi Comunali, in quanto: – l’art. 6 del Decreto Legge 22/10/2016 n. 193 convertito in legge 1/12/2016 n. 225 consente la definizione agevolata dei carichi affidati agli agenti della riscossione (Equitalia) negli anni compresi tra il 2000 e il 2016; – l’art. 6-ter della legge sopra menzionata estende la possibilità di introdurre la definizione agevolata delle entrate regionali e degli Enti Locali, demandando ai relativi enti la disciplina di attuazione da approvare entro 60 giorni dalla data di approvazione della legge n. 225/2016. In considerazione del fatto che sono oltre 4.500 su 8.000 i Comuni che riscuotono in proprio o con società diverse dall’agente nazionale (Equitalia) e che la mancata adesione da parte del Comune alla definizione agevolata delle cartelle/ingiunzioni relative a tributi comunali porterebbe ad una rilevante disparità di trattamento dei contribuenti. Anche a questo ulteriore sollecito, il primo cittadino di San Severo non ha creduto opportuno fornire alcun positivo riscontro. A breve, un altro invito partirà dalla locale Sede del MOVIMENTO CONSUMATORI per chiedere opportune delucidazioni in merito all’aumento delle aliquote della TARI, per rammentare al primo cittadino che tale tributo, così come per Legge stabilito, deve solo ed esclusivamente coprire i costi effettivi del servizio di gestione rifiuti erogato dal Comune (raccolta, trasporto, recupero, smaltimento e pulizia stradale) e giammai essere destinato a qualsivoglia altra spesa dell’Amministrazione.

Altri articoli

Back to top button