ComunicatiPolitica

Mirando: “La lega sanseverese: un circolo chiuso”

La prima cosa che ci viene da dire è: da quale pulpito viene la predica?! Siamo di fronte al “bue che dice cornuto all’asino!”Essere chiamato trasformista da chi ha cambiato bandiera ogni 5 anni (se tutto va bene) e ne ha fatto quasi una professione è davvero sconvolgente! Ricevere una lezione di politica da chi è saltato da uno schieramento politico all’altro senza alcun ritegno, mi lascia interdetto e quasi rassegnato di fronte a tutto ciò. Ci tengo a ricordare a questo/a qualcuno, oramai isolato da tutti e causa della disfatta del centrodestra, che il sottoscritto Francesco Mirando ha sempre, e ribadisco, SEMPRE mantenuto fede e coerenza ai propri ideali! Sono nato nel Centrodestra e sono ancora lì. I miei ideali appartengono al centrodestra e sono sempre gli stessi! Ho dovuto, come tanti altri, ingoiare un boccone amaro a seguito del risultato delle primarie ma allo stesso tempo mi sono prodigato con tutto me stesso fino alla fine per cercare di dare un po’ di credibilità ad un centrodestra ormai defunto proprio a causa di questi salti della quaglia di qualcuno! Le primarie dovrebbero essere motivo di unione! Ho “appoggiato” un altro candidato, è vero, ma  senza essere iscritto in quel partito e soprattutto perché si trattava di una candidata, come me, di centrodestra! E da persona coerente quale sono ho continuato il mio percorso seguendo i miei ideali e i miei valori. Ma forse avrei dovuto fare come qualcun’altro, che se ne infischia di tutto ciò e passa da un partito di estrema sinistra ad uno di estrema destra ogni 5 anni (se le va bene). Solo ora ci siamo resi conto di tutto ciò?! No, perché noi abbiamo lottato, sostenuto e difeso sempre il nostro schieramento! La nostra disfatta alle amministrative è dipesa da un solo fattore, ed ormai è sotto gli occhi di tutti, anzi, lo è sempre stato! In prima battuta Abbiamo ricevuto 12.000 voti grazie a candidati che hanno ricevuto centinaia e centinaia di preferenze. Come mai al ballottaggio queste sono scese a solo 6.000 voti?! Perché?! La risposta è molto semplice! La nostra era una vittoria quasi scontata ed è per questo che sarebbe stato più opportuno per qualcuno tacere, scusarsi e farsi da parte! Ma la voglia di essere protagonisti a tutti i costi è troppo grande. Senza un minimo di riconoscenza verso i tanti giovani che hanno fatto si che ci fosse un progetto, lo hanno difeso e portato avanti, per poi vedersi allontanati perché ciò che conta è solo il “proprio tornaconto”! Le scelte vanno condivise e discusse, ma nella Lega locale tutto questo non è possibile! Nessuno ha mai fatto alcuna richiesta di cariche, ma si presuppone che a seguito di una sconfitta di tale portata come minimo ci sarebbe dovuto essere un confronto ed un riassetto generale del partito soprattutto affinché non si commettessero di nuovo gli stessi errori.  Noi abbiamo sposato e appoggiato le idee della Lega, come partito, ma possiamo affermare con certezza che a San Severo non c’è spazio alcuno per noi, grazie a soggetti che usano un partito in forma oserei dire dittatoriale per raggiungere i propri scopi! Restiamo ancora in attesa di un comunicato del nuovo segretario cittadino, che non ha nemmeno il coraggio di firmarsi in questi “fantomatici” comunicati ufficiali. Ma una cosa mi rincuora più di tutte, ovvero la condivisione del mio pensiero da parte di tanti attivisti della Lega e dei tanti esponenti del centrodestra provinciale che finalmente vogliono come me dire basta a questo modo balordo e scellerato di fare politica! La politica è una cosa seria, e noi continueremo a batterci per essa!

Francesco Mirando

Altri articoli

Back to top button