ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

NO alla chiusura della cucina ospedaliera del P.O. Masselli-Mascia di San Severo.

#Ospedale #SanSevero #CucinaOspedaliera

Gli scriventi Comitati, unitamente ad alcune sigle sindacali presenti sul Territorio tra le quali L’USB, proseguono la lotta contro la chiusura della cucina ospedaliera all’interno del P.O. di San Severo.
Nonostante l’inoltro di una lettera aperta, inviata il 18.04.2018, al Presidente della Giunta Regionale, al Direttore Regionale e al Sindaco di San Severo, con la quale sono state espresse forti perplessità relativamente all’opzione di un appalto unico regionale della Cucina Ospedaliera, ad oggi, semplici rassicurazioni generiche non sono più accettabili.
È d’obbligo rammentare, nonché rendere noto ai cittadini, che nel 2013, a seguito di proteste per un tentativo di chiusura della Cucina del Nostro Ospedale, l’allora Direttore Generale ASL Ing. Attilio Manfrini propose la costruzione di una nuova cucina con uno stanziamento di circa 2 Milioni di Euro. La stessa proposta ebbe anche il parere favorevole (con prescrizioni) dal Comune di San Severo.
A tutt’oggi tale progetto risulta sospeso per carenze burocratiche da addebitare all’ASL di Foggia.
Si ricordano, inoltre, le promesse di deroga, fatte dal Dirigente Ruscitti in un incontro del 18 maggio 2018, con le quali si garantiva di preservare i livelli occupazionali e il rispetto delle sedi di lavoro nonché l’internalizzazione del Servizio cucina.
Evidenziamo che le cucine ospedaliere rivestono un ruolo importante anche nella gestione delle malattie servendo pasti adeguati per ogni situazione patologica. Un esempio si può fare sul Sant’Orsola di Bologna dove è stata stipulata una convenzione con la Facoltà di Scienze Gastronomiche di Pollenzo che fa riferimento allo slow-food attivando corsi ad hoc per i cuochi delle mense, creando così, nel triennio 2013-2015, risparmi per 1 Milione di Euro.
Restando su una posizione di forte critica, anche nei confronti dell’attuale dirigenza ASL di Foggia, relativamente a quanto sopra, ribadiamo ad alta voce la Nostra ferma Opposizione alla CHIUSURA della NOSTRA CUCINA avvertendo che metteremo in campo tutte le possibili forme di “ “protesta “ affinché ciò NON avvenga.
Chiediamo che vengano rivisti i requisiti richiesti affinché la cucina ospedaliera continui a somministrare i pasti ai degenti del Nostro Ospedale.
Infine, per salvaguardare la salute dei pazienti, i parametri occupazionali e mantenere standard elevati del servizio, CHIEDEREMO la convocazione di un Consiglio Comunale monotematico alla presenza di tutti gli attori e le parti coinvolte.

F.to
I rappresentanti dei Comitati:
Comitato Pro Ospedale Alto Tavoliere e Comitato Pro Ospedale San Severo

San Severo tv San Severo Web 99TV Stato Quotidiano #SanSevero L’Immediato

Altri articoli

Back to top button