Comunicati

“LETTERA DI UN CITTADINO AI CITTADINI”

Riceviamo e pubblichiamo

“Sono un commerciante sanseverese (Foggia-Puglia), esasperato. Come spesso mi accade, la voglia

di sfogarmi mi sprona a manifestare ciò che penso attraverso qualche nota affidata ai giornali locali.

A fine maggio si vota per le Regionali e siccome la Puglia è chiamata al voto, eccomi qui a cantarne

quattro. Come al solito, con l’ avvicinarsi della data delle elezioni, le macchine promotrici e

organizzatrici di Partiti,

 

Movimenti, Associazioni, si mettono in moto per vincere la competizione e

accaparrarsi i seggi tanto agognati per il Palazzo di turno, in questo caso quello della Regione. La

situazione economica, sociale, politica della nostra Puglia è, ad essere magnanimi, catastrofica. La

nostra provincia in particolare, Foggia, è posizionata nella classifica della “Qualità della Vita” al

105° posto, davanti solo a Reggio Calabria e Agrigento rispettivamente al 106° e 107° posto (dati-

2014). Sparare sulla “Croce Rossa”, come si suol dire, è fin troppo facile. Come ho già fatto notare

io vivo a San Severo, sono un commerciante e mi trovo ad affrontare giorno dopo giorno problemi

che diventano sempre più insormontabili grazie, soprattutto, alla dabbenaggine dei nostri uomini di

governo. La domanda che rivolgo a me e a tutti i cittadini sanseveresi, di provincia e di regione è

:”Siamo soddisfatti dei nostri rappresentanti di Palazzo”? Fare l’ elenco delle “cose che non vanno”,

devo ripetermi, è fin troppo facile. Tanto per rimanere in ambito provinciale e locale, i servizi, l’

amministrazione, lo stato di abbandono e degrado della nostra provincia, la situazione delle

pavimentazioni cittadine, l’ Ordine Pubblico e la Sicurezza…..già la Sicurezza. Prendiamo il caso

della nostra San Severo. Da quando il nostro amico Michele Emiliano è stato investito della carica

di Assessore alla Sicurezza, vi sembra che le cose siano migliorate o peggiorate ? Troppo facile per

me dirti, Michele : “Dov’ eri, dove sei e dove sarai”? Omicidi, rapine, furti, aggressioni, non si

contano più. Il nostro territorio è, lo dicono i dati, in condizioni economiche a livello di Paese

africano. San Severo è una città commercialmente morta! La malavita cresce a dismisura, le tasse ci

stritolano, il Governo campa di “balle” facendo di tutto per esacerbare gli animi e Michele

Emiliano, forte del suo PD che raccoglie solo un quinto del potenziale elettorato, si accinge a

diventare il possibile prossimo Governatore della Regione Puglia. Mah, potenza dell’ alchimia

moderna! Ma che fai, direte voi, ora te la prendi con il buon Michele Emiliano, che c’entra lui con

tutto ciò? Eh si amici, perché dopo tutte le storielle che s’inventano per farci fessi, paradossalmente

Emiliano sembra aver già vinto la sua battaglia alla Regione Puglia, tappa decisiva per la più ambita

poltrona di Palazzo Chigi, residenza del Presidente del Consiglio, attualmente di un certo Matteo

Renzi. Ebbene amici, non ho alcuna intenzione di nascondermi dopo le note dolenti riservate ai

nostri eminenti politici locali. Io sono iscritto al Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo e pertanto

voterò Giorgio Sernia Consigliere e Antonella Laricchia Governatrice. Il mio è soprattutto un invito

alla riflessione, i proclami li lasciamo ai professionisti della Politica. Abbiamo solo due scelte

davanti al nostro percorso : A) Tornare ad eleggere i soliti IMMORTALI e loro PARENTI. B)

Tentare il cambiamento attraverso la scelta di andare a votare. Come già detto, noi non facciamo

proclami se non vigilare attentamente e meticolosamente sulle OPERAZIONI CONTABILI che in

questi anni scellerati hanno favorito “Gli amici degli amici”. Non disertate le urne, proviamoci

ancora una volta e smettetela di lagnarvi, AGITE !”

PIETRO ALBANESE

Altri articoli

Back to top button