Comunicati

Raffaele Bentivoglio e l’ospedale di San Severo a rischio chiusura.

Al di là della campagna elettorale a San Severo, che entrerà nel vivo dal 26 aprile, data ultima per la presentazione delle liste elettorali, l’ex tre volte assessore ai Servizi Sociali (due con la giunta Giuliani e una con la giunta Savino) Raffaele Bentivoglio (quest’anno nella coalizione di centro destra nella lista Direzione Italia), ha affrontato il serio problema dell’ospedale di San Severo. Un tema a lui molto caro perché, negli anni precedenti, si era occupato della questione relativa all’obitorio del nosocomio, quella del Pronto Soccorso e del Reparto d’Ortopedia. “Nella totale indifferenza, tanto della classe politica, quanto di quella dell’ASL-FG, l’ospedale ‘Masselli-Mascia’ di San Severo si avvia ad un’inesorabile chiusura – ha dichiarato Raffaele Bentivoglio – Quella che non è una percezione di potenziale chiusura dell’Ospedale è basata sul fatto, evidente, che solo due reparti sono a pieno regime operativo (Cardiologia e Pneumologia), mentre i restanti sono in carenza di personale medico. Questa triste situazione crea forte disagio ai cittadini e all’ampio bacino d’utenza dell’ospedale dell’Alto Tavoliere, che per ottenere prestazioni mediche sono costretti a rivolgersi ad altre strutture ospedaliere sparse nel territorio provinciale e regionale”. Il navigato politico, ma da sempre attento al sociale, elenca i punti critici e accende i riflettori sulla questione: “Speriamo che accada qualcosa di positivo perché i fatti oggettivi che gravano sull’ospedale di San Severo, in negativo, sono: mancanza del Direttore Sanitario; il personale del Pronto Soccorso è sott’organico; carenza di personale nel Reparto di Anestesia e Rianimazione, nel Reparto di Pediatria e nel Reparto di Ortopedia”. Raffaele Bentivoglio, nelle sue conclusioni, lancia un appello: “Dove sono gli assessori regionali di questo territorio, Leo Di Gioia e Raffaele Piemontese? Dov’è l’assessore regionale alla Sanità, Michele Emiliano, già assessore alla legalità a San Severo? Medici, infermieri e OSS lavorano a tempo pieno e stressati non sempre reagiscono bene verso i pazienti. Il Direttore Generale chi sarà? La Commissione Sanitaria Locale con Consiglieri comunali cosa fa? La classe politica, che dovrebbe guardare al bene comune, è sempre più impegnata a cercare nuove alleanze con promesse elettorali quasi sempre disattese, invece di pensare a come rimettere in opera strutture necessarie per la popolazione come il nostro ospedale”.
Beniamino PASCALE

Altri articoli

Back to top button