Comunicati

Razionale scientifico per il convegno: “Che gelida manina …”

Alterazioni del microcircolo si possono riscontrare in molte malattie e spesso ne caratterizzano sia l’espressione clinica che l’evoluzione del danno. Sicuramente la più nota manifestazione di alterazioni del microcircolo è rappresentata dal Fenomeno di Raynaud, facilmente diagnosticabile sia con l’indagine anamnestica sia all’esame obiettivo. La classica sequenza di ischemia del circolo terminale e della successiva riperfusione si associa molto spesso alle patologie del sistema immunitario, in particolare alle connettiviti e tra queste alla Sclerosi Sistemica, risultando di frequente il segno di esordio clinico che può precedere anche di anni lo sviluppo della malattia sottostante. Tutt’altro che secondario è il danno che si realizza anche in corso di patologie metaboliche, in particolare il diabete mellito, in cui la microangiopatia rappresenta una complicanza che peggiora ed aggrava l’outcome clinico. Le alterazioni del microcircolo, infatti, innescano una serie di meccanismi in grado di indurre un danno severo locoregionale o sistemico, dalla necrosi parcellare all’attivazione dei fibroblasti con sviluppo di una fibrosi tissutale. Risulta, dunque, di grande importanza rilevare, diagnosticare e curare questa particolare compromissione vascolare per prevenirne le conseguenze sul paziente. Attualmente sono disponibili tecniche diagnostiche validate, per una diagnosi precisa e per il monitoraggio nel tempo, ed efficaci terapie farmacologiche per correggere queste alterazioni. Una piena conoscenza di queste opzioni è necessaria nel bagaglio formativo del medico e nella sua pratica clinica quotidiana.

L’evento organizzato è organizzato dalla ProEventi con il supporto Educazionale dei Laboratori Baldacci

Altri articoli

Back to top button