Comunicati

Ripercorrendo gli anni dell’episcopato di Mons. Renna: le lettere pastorali dal 2012 al 2014

Procede l’excursus riguardante gli anni dell’episcopato di mons. Lucio Angelo Renna. In questi dieci anni la Diocesi di San Severo ha avuto modo di conoscere il proprio Vescovo anche attraverso degli elaborati con i quali ha voluto trasmettere messaggi, inviti ed esortazioni. In questo appuntamento verranno ricordati gli scritti redatti dal 2012 al 2014.

Il 2012 si apre con l’“Anno della Fede”, e la lettera pastorale annuale di mons. Renna si apre proprio con le parole di Papa Benedetto XVI, che annuncia per l’appunto l’indizione di tale evento per tutta la Chiesa universale. Lo scritto porta il nome di “Amen, rievangelizzare per evangelizzare” ed in esso i temi trattati si focalizzano sull’importanza di professare la Fede in Dio; al tempo stesso il Vescovo avanza delle vere e proprie proposte per impegnare la Chiesa locale in un cammino di formazione permanente. Sempre nel 2012 viene pubblicata “Se Tu squarciassi i Cieli”, una breve lettera natalizia.

Il primo scritto del 2013 viene consegnato ai fedeli della Diocesi il Giovedì Santo e porta il nome di “È la radice che ti porta”, una lettera in cui fa da protagonista la “corona all’Altare” creata da sacerdoti, diaconi, cristiani ed appunto dal Vescovo. Ad essa nello stesso anno segue “Come Lui servi”, nelle cui righe si rimarca l’importanza del Sacramento dell’Eucaristia combinato alla Fede. La Lettera Pastorale del 2013 porta il nome di “Le ali della speranza”, è aperta con le parole della Lettera di San Paolo ai Romani ed illustra le iniziative pastorali in coerenza con l’enciclica “Spe salvi” di Benedetto XVI.

Nel 2014, trascorso l’Anno della Fede, mons. Renna redige la sua prima Lettera Pastorale sotto il papato di Jorge Mario Bergoglio; quel Papa Francesco che ha immediatamente catturato i cuori di tutti i cristiani, e che il nostro Vescovo ha avuto modo di conoscere personalmente a maggio 2013, qualche mese dopo l’elezione. La lettera è intitolata “Senza l’amore, nulla”, nel cui incipit vi sono ancora le parole di San Paolo ai Romani che aprono le righe di un vero e proprio sussidio per l’anno pastorale 2014/2015.

Angelo Petrucci

Altri articoli

Back to top button