ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

San Severo: Centrale Termodinamica – Fare Ambiente “ci opporremo a questo scempio”

Ieri al Consiglio Comunale è intervenuta la Coordinatrice Prov. Soccorsa Chiarappa coordinatrice Prov. Fare ambiente e ordinatrice Reg. Azzuroo Donna Forza Italia per la nuova Centrale Termodinamica

Apprendiamo dal consigliere Bubba che l’amministrazione vuole avviare procedere di protesta e di opposizione conto la centrale termodinamica in località Ratino, chiedendo il supporto alle associazioni.

Come Fare Ambiente, sicuramente ci opporremo a questo nuovo ecoscempio sul nostro territorio, l’’impianto in oggetto funziona in parte con energia termodinamica solare ed in parte con alimentazione da fonti fossili a gas metano. L’impianto occuperebbe una superficie di 80/100, con conseguente consumo esagerato di suolo. Nelle tubazioni inoltre si muove un fluido di sali fusi con temperatura superiore a 550 che si accumula dentro delle vasche e restituisce il calore anche di notte. Gli specchi convergenti inoltre concentrano i raggi verso una torre alta oltre 100 metri di altezza che così facendo riscalda il suddetto fluido. Tutto l’impianto si comporta in base ad alcuni studi americani come un enorme barbecue, lavifauna che si trovasse a transita in quell’area verrebbe letteralmente arrostita. L’impianto è impattante inoltre perché fa cumulo con la centrale turbogas esistente. La possibilità che si verifichi una modifica del microclima è piuttosto fondato con innalzamento locale della temperatura. Si evidenziano inoltre le negatività dovute alla eccessiva superficie impermeabilizzata del sito che non permetterebbe la infiltrazione efficace delle acque meteoriche e limitazione della ricarica delle acque di falda. La rilevante superficie degli specchi cererebbe inoltre un ruscellamento diffuso delle acque meteoriche con dissesto del suolo diffuso. Per tutte queste componenti negative e per il cumulo di impatto con la centrale turbogas esistente,quindi non possiamo accettare che l’amministrazione comunale faccia proclami da campagna elettorale sulla testa dei cittadini. Non si può affermare, a termini scaduti per presentare osservazioni, che tutti ci mobiliteremo contro. L’amministrazione doveva per tempo avviare tutte le procedure per sensibilizzare la comunità e le associazioni ambientaliste presenti.

Ciò nonostante, ci teniamo a sottolineare che come Fare Ambiente, siamo state tra le poche e presentare per tempo le osservazioni al ministero dell’Ambiente, ponendo la nostra criticità al progetto ed evidenziando gli impatti sul territorio che questa nuova realizzazione comporta.

Per quanto riguarda l’invito del consigliere Bubba, se sono fiori fioriranno, noi intanto facciamo e produciamo atti.

Altri articoli

Back to top button