ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

“SAN SEVERO MERITA DI PIÙ!” una sorta di “SOLLECITO COLLETTIVO”.

Traguardare dei risultati meritevoli tanto da riscuotere un plauso pieno da parte dei cittadini, non è affatto semplice, anche per la più diligente delle Amministrazioni.

San Severo, come del resto molte, anzi un grande numero di città, presenta delle problematiche che necessitano di INTERVENTIMIRATI e REPENTINI“.

Seguendo l’onda delle richieste e delle doglianze, ci sono ancora alcuni temi da prendere in considerazione e da portare all’attenzione della classe preposta, accompagnati da una sorta di “SOLLECITO COLLETTIVO“.

A parte alcuni episodi delinquenziali che sono ormai all’ordine del giorno e sparsi ovunque … nel dettaglio, tra i cittadini che lamentano alcuni stati di cose, vi è CiroSPADACCINO, Dipendente delle Poste, che così dichiara: “La PULIZIA manca OVUNQUE; anche nelle ZONE PERIFERICHE. I GIARDINI sono totalmente INCOLTI. Le STRADE DISSESTATE. C’è un DEGRADO che fa paura. La STAZIONE ferroviaria ABBANDONATA. Il CIMITERO  pieno di ERBACCE. SAN  SEVERO  MERITASICURAMENTEDI PIÙ!“.

Rosalba ROMANO, impiegata contabile e mamma:”Mancano AREE di PARCHEGGIO nei pressi dell’Ospedale ed anche con la presenza del Lidl, il problema non è risolto. Mancano AREE BIMBI VIGILATE ed infatti si verificano: GIOSTRINE DISTRUTTE; SCOOTER che circolano liberamente; SPORCIZIA ovunque compresi bisogni degli amici a quattro zampe sparsi e non raccolti… ; SIRINGHE e VETRI… si tratta di zone assolutamente impraticabili per chi ha i bimbi come me e poi, non per ultimo, il nostro CIMITERO SPORCO ed ABBANDONATO… c’è UN’INCURIA TOTALEMANCANO SCALE, anche qui SPORCIZIA ovunque, ERBAINCOLTA, FONTANINE spesso NON FUNZIONANTI… ed è tutto così pietoso… i nostri cari meritano di riposare in un luogo dignitoso, curato, pulito ed adeguato!“.

Claudio COZZOLI, Commerciante: “Il CENTRO STORICO, nonché la CITTÀ stessa, avrebbe bisogno di una MAGGIORE PRESENZA visiva delle FORZE DELL’ORDINEAPPIEDATE. Sono esse che fungerebbero da quel deterrente che sempre più non vede le persone in uniforme, specialmente nei luoghi affollati. Se qualcuno ci fa caso, tutte le attività criminali si fermano alla sola vista di auto degli ‘sbirri’; immaginarsi quindi se essi venissero visti stazionare permanentemente nelle strade e nelle piazze più affollate!“.

C’è anche chi, senza voler fornire le proprie generalità, sostiene l’importanza DELL’INSTALLAZIONE dei RILEVATORI di VELOCITÀ  per la SICUREZZA del PEDONE e  del CICLISTA. Troppe auto che sfrecciano oltre i limiti consentiti, causando incidenti che si possono evitare.

QUALCUNO vorrebbe, giustamente, che  TUTTI GLI ARTISTI LOCALI avessero maggiori possibilità per esibirsi quali talenti autoctoni, magari durante eventi organizzati quali Notti bianche oppure appuntamenti all’insegna della musica, della danza e della recitazione, ANIMANDO le PIAZZE ed il CENTRO STORICO .

Tra le varie doglianze raccolte sulla pagina virtuale della Gazzetta inoltre, c’è CHI lamenta l’ASSENZA di CENTRI POLISPORTIVI, come una PISCINA COMUNALE; CHI la MANCANZA DI BAGNI PUBBLICIe di TRENI A LUNGA PERCORRENZA; la CARENZA DI UNA VERA PISTA CICLABILE e CHI si accoda lamentando la MANCANZA DI PULIZIA, comprendendo:laPERMANENZA DI ERBACCE, ALBERI ALTI COME PALAZZI A CINQUE PIANI E STRADE DISASTRATE.

Tra le PROPOSTE invece, c’è CHI vorrebbe la riapertura di uno sportello AqP; CHI propone di INCOMINCIARE A FARSI UNA PASSEGGIATA NELLE PERIFERIE; CHI chiederebbe di FISSARE UN INCONTRO del Sindaco con i bambini per un bel faccia a faccia passeggiando per la città, perché si possano capire quali siano le cose di primaria importanza, affinché i giovani NON DEVASTINO il paese per la PIGRIZIA e per  l’INCIVILTÀ; CHI propone di INIZIARE AD ABBASSARE LE TASSE a COMMERCIANTI ed ARTIGIANI per chi assume durante i cinque anni del nuovo mandato amministrativo e di ABBASSARE IMMONDIZIA ed IMU su NEGOZI e CAPANNONI; CHI propone di INFLIGGERE MULTE SALATE a CHI NON DIFFERENZIA I RIFIUTI e LASCIA IMMONDIZIAOVUNQUE; di PAGARE DEGLI OPERAI se ci sono i soldi… per una bella sistemata, esempio DINANZI AL CIMITERO o in MOLTI GIARDINI dove gli ALBERI andrebbero SFOLTITI al centro.

Ma compare anche CHI lamenta CHE TUTTO È ROTTO E MALFUNZIONANTE e CHI, forse in senso IRONICO, scrive: “SUGGERIMENTI!! VA RIPULITA!!! NON SI VEDE??“.

Certo e cosa facciamo? Dovremmo forse svalutare un minimo di “DENUNCIAINFORMATIVA?“.

La verità è che in ogni caso Nessuno dovrebbe arrogarsi il diritto di ergersi a SUPEREROE, SAPENDO come vanno TUTTE le cose.

O discernere con fare “DISTRUTTIVO” su TUTTO e TUTTI.

Il DISFATTISMO è un altro dei Mali.

Quando occorre e qualora vi siano, BISOGNEREBBEINVECE ANCHEPARLARE DEI RISVOLTIPOSITIVI, se non altro per INFONDERE FIDUCIA E SPERANZA!

Secondo Gigi CAVALIERE, Informatore scientifico: “Manca il minimo di UMANACIVILTÀ nella GENTE“.

Non solo.

A volte di  UMANA COMPRENSIONE.

NELLA GENTE… NON TUTTA…fortunatamente.

Con l’augurio che si incomincino a vedere risultati POSITIVI su qualunque versante e che”UMANA” possa diventare pure la scrittura, come la chiave di lettura della SPERANZA.

La resa dei conti arriva sempre per tutto e per tutti. Prima o poi.

   Elisabetta Ciavarella

Altri articoli

Back to top button