Comunicati

SAN SEVERO: Stornelli del PD: Ma che fine ha fatto il Consiglio di Amministrazione del “Di Sangro”?

una ennesima promessa mancata del sindaco Savino-Caposiena

Come ormai consuetudine, in questi anni, il sindaco Savino-Caposiena disattende con maestria le promesse fatte con grande enfasi, facendole scivolare nel vuoto favorendo, invece, situazioni poco trasparenti e senza controllo.

Sabato 15 giugno c’è stata l’inaugurazione della

 

nuova progettualità dell’ente morale “Di Sangro” con l’apertura di una “masseria didattica”. A tanti non dovrà essere però sfuggita che questa nuova fase di impegno dell’ente è ancora gestita dal commissario straordinario che il sindaco si era impegnato a rimuovere per nominare il C.d.A. entro il mese di settembre dello scorso anno.
Un impegno preso ufficialmente in consiglio comunale a seguito dell’ordine del giorno presentato dalla minoranza che non fu votato in consiglio proprio perché il sindaco si era dichiarato non solo favorevole, ma pronto ad agire in modo che l’ente avesse il proprio C.d.A. entro e non oltre il mese di settembre del 2012.

Sembra quindi doveroso porre nuovamente le domande:

A che punto è l’iter per la sostituzione del commissario straordinario con un legittimo C.d.A.?

Quali controlli sta svolgendo l’amministrazione comunale rispetto alle attività svolte dall’ente?

E’ bene sottolineare qui come una direzione di più persone, attraverso un C.d.A., sia più trasparente e democratica rispetto ad una gestione straordinaria (che per sua natura dovrebbe essere transitoria e non definitiva come in questo caso), questo a garanzia di una proprietà della città che, pur rimettendosi a nuovo con gli ultimi progetti “sostenibili”, soffre ancora delle troppe leggerezze che stanno rovinando, dal punto di vista ambientale, un patrimonio collettivo.

E quindi viene da chiedersi:

come viene svolto lo smaltimento del piombo (SE avviene questa cosa) nei pressi del tiro a piattello e del tiro a pistola (terreni attigui alla neonata “masseria didattica”)?

Atteso il fatto che già ai tempi del Commissario Straordinario Censano la Sovrintendenza alle Belle Arti aveva bloccato i lavori di scavo per la costruzione di un lago artificiale, perchè adesso sono ripresi?

Inoltre, sempre per l’inaugurazione della “masseria didattica”, con determina dell’area staff (n.812 del 11 giugno 2013) il comune di San Severo ha dato all’ente ben 7.000 (settemila) euro come “spese di rappresentanza” per fare che cosa?

l’istituto può e deve rappresentare oggi per San Severo un importante volano di sviluppo per la sua economia così come previsto anche dallo statuto dell’ente. Ma a tutt’oggi l’unica cosa che si è vista è una specie di “sacco” tendente a modificare drasticamente un’area che potrebbe portare nuova linfa all’agricoltura e rappresentare un laboratorio socio-culturale della nostra tradizione.
A questo punto ci chiediamo se gli interventi del commissario siano pienamente compatibili con lo statuto dell’ente morale “Di Sangro” e se non sia il caso di fare in fretta un C.d.A. che ponga fine definitivamente a questo modo di fare.

Noi pensiamo che sia già tardi e non si può aspettare oltre.

Antonio Stornelli
Segreteria Provinciale del PD
Cell. 3299715535

Altri articoli

Back to top button