Comunicati

SAN SEVERO UNA CITTA’ CHE PUO’ CAMBIARE

Quello che purtroppo spesso manca nella nostra città non è tanto, o non solo, la capacità politica di attrarre risorse per investimenti produttivi, quanto la capacità di trattenere giovani risorse intellettuali e valevoli artigiani per legarli al territorio dove essi vivono e favorire le condizioni per restare per contribuire alla crescita del proprio paese. Nella nostra città c’è un grande potenziale di intelligenza e di capacità produttiva che a volte pare strano che importiamo competenze da fuori mentre le nostre intelligenze vanno via perché escluse; e ciò che appare incomprensibile è il ruolo della classe politica che dovrebbe essere espressione di questo tessuto invece ne risulta completamente distaccata, scollata e per questo anche più povera di senso di responsabilità. Su queste tematiche ed altro si è tenuto un incontro fra una rappresentanza del Comitato spontaneo pro-RENZI di San Severo ed i rappresentanti del Movimento “La Rosa per l’Italia” del coordinamento cittadino. Il presidente del Comitato spontaneo pro-Renzi , geom. Luigi Cascavilla, ed il coordinatore cittadino del Movimento La Rosa per l’Italia oltre a condividere a livello politico nazionale la leadership a favore di Matteo RENZI, come già fortemente sostenuto elettoralmente alle Primarie , hanno condiviso su molti punti che riguardano gli interessi generali della città e si è inteso voler predisporre una linea politica che vada verso un nuovo protagonismo civile. Appare chiaro a tutti come la “politica” sia in disarmonia con la società civile; due mondi che si muovono in completa autonomia. Dobbiamo azzerare la divisione fra “società politica” e “società civile” ripartendo dalla SOCIETA’ CIVILE che è la struttura stessa della nostra città e che dovrà essere questa ad esprimere la classe politica, a controllarne l’operato, a determinarne il ricambio. C’e quindi uno spazio vuoto che deve essere colmato anche attraverso un nuovo sviluppo sociale, occorre ridefinire una nuova forma della politica con una diversa distribuzione degli investimenti e dei compiti. La crisi economica e sociale del momento intacca e pesa fortemente sulle nostre famiglie e soprattutto sui giovani; occorre quindi una spinta forte da parte delle istituzioni locali che devono rapidamente e responsabilmente determinare scelte politiche di sviluppo per il territorio. Intendiamo quindi impostare la nostra azione politica come strumento di aggregazione, contribuire alla creazione di un movimento che abbia come fondamento quel senso civico ormai offuscato. L’obiettivo politico è di coinvolgere tutti coloro che ritengono possibile tracciare percorsi nuovi e rivendicare un ruolo attivo nella costruzione di nuove prospettive di sviluppo, verificando insieme la possibilità di un nuovo pensiero nella politica cittadina per il bene comune con obbiettivi chiari, concreti, misurabili mediante un azione politica responsabile e nel contempo di celere capacità decisionale.

 

-Il coordinatore cittadino LA ROSA PER L’ITALIA – CARMINE PRIORE

Altri articoli

Back to top button