Comunicati

TENERE COSTANTEMENTE D’OCCHIO IL DECORO DELLE NOSTRE STRADE E PIAZZE

Abbiamo visto ed apprezzato le nuove pensiline dislocate in  Città sul tratto centrale di Viale 2 Giugno, collocate dove effettivamente svolgono una accoglienza ottimale dei concittadini che aspettano gli autobus extraurbani e soprattutto dei tanti forestieri che proprio in quel tratto arrivano a frotte a casa nostra per visitare parenti e conoscenti ricoverati nell’Ospedale

 

“Teresa Masselli Mascia” ma anche per raggiungere le scuole, gli importanti uffici circostanti (agenzia delle entrate ed altri), gli studi professionali, i grandi magazzini, i negozi e le botteghe artigiane di San Severo. Anche con le piccole realizzazioni la nostra accoglienza può essere ulteriormente valorizzata, nel caso specifico da queste strutture caratteristiche del trasporto su gomma, così come dalle solide pensiline della nostra stazione ferroviaria, per la quale, nel numero scorso, abbiamo fatto un ‘discorsetto’ per tentare di riqualificarne la presenza ed il ruolo, sempre che chi ci rappresenta a Palazzo Celestini, a Palazzo Dogana ed alla Regione a Bari abbia capito che questa riqualificazione può essere una carta importante per il nostro futuro, per consentire a San Severo di risalire la china della sua importanza geografico-territoriale. Le nuove pensiline forniscono un importante riparo dalle intemperie ai viaggiatori in attesa alle fermate dei mezzi pubblici extraurbani su gomma. Sono state scelte di foggia e struttura moderne e capaci di coniugare decoro urbano e , oltre ad una  importante utilità pratica. Ma parlando di questo argomento non possiamo non allargare il raggio del discorso sollecitando l’Amministrazione Comunale, secondo necessità e disponibilità finanziarie, a dedicare sempre particolare attenzione al decoro complessivo delle nostre strade e piazze che, storicamente, non hanno sempre fornito un colpo d’occhio (…che vuole sempre la sua parte!) all’altezza della nostra tradizione di Città capofila dell’Alto Tavoliere e di costante punto di riferimento anche della parte più vicina del Gargano. E’ ovvio che non tutte le piazze possono avere la fontana monumentale di Piazza Incoronazione o il Monumento ai Caduti di Piazza Allegato o la fontana antistante alla Villa Comunale, né tutte le strade possono avere monumenti ed altri abbellimenti urbani, si possono però sempre studiare migliorie estetiche che contribuiscano a rendere più bella ed accogliente la nostra Città. In momenti di crisi generale come quelli attuali sembra un discorso fuori posto e meno importante di altri. Vogliamo però anche aggiungere che non sempre – come per le pensiline che hanno fornito lo spunto per questo articolo – un miglior decoro urbano passa per spese rilevanti per il bilancio di Palazzo Celestini ma molto si può fare con pochissimi soldi, studiando ovviamente la maniera migliore ed accogliendo buone idee e suggerimenti che possono venire anche guardando in giro con attenzione ciò che fanno altre Città più importanti (o anche meno importanti…). Ci vuole soprattutto buona volontà ed un forte senso di appartenenza alla propria terra, come tutti facciamo per casa nostra, dove ogni volta che ne abbiamo la possibilità aggiungiamo cose belle ed utili che colpiscano positivamente chi la visita. La forma spesso è anche sostanza! Gli Assessori, i Dirigenti ed i Responsabili di vari uffici che si occupano di Urbanistica, Lavori Pubblici, Assetto del Territorio e materie consimili di tanto in tanto, magari anche a tempo perso (che poi perso non è assolutamente!), si sforzino di suggerire arredi capaci di migliorare ciò che offriamo allo sguardo e all’apprezzamento di noi tutti e di quanti vengono a San Severo. E’ anche un modo, non certo secondario, per attirare positivamente l’attenzione dell’opinione pubblica locale, che poi è quella che sceglie gli amministratori e che affida loro il presente ed il futuro di questa Città.

Ah, dimenticavo! A proposito delle nuove pensiline: speriamo che possano resistere nel tempo…ma non alle intemperie atmosferiche ma alle intemperanze degli ‘imbecilli di turno’ che, qui come altrove, non mancano mai!!!

DESIO CRISTALLI

Altri articoli

Back to top button