CronacaIn evidenzaPrima pagina

Truffa all’Asl: Nada Pennacchia ed altri tornano in liberta’.

Questa mattina il Gip presso il Tribunale di Foggia accogliendo le richieste della difesa ha revocato gli arresti domiciliari a diversi dipendenti Asl accusati di truffa per false presenze sul lavoro.
Quindi sono ritornati in liberta’ oltre la nota esponente politica Nada Pennacchia (difesa dall’avv.Giuseppe Casale), il primario Giuseppe Altieri e i dipendenti Valerio Zifaro, Antonella Colo’, Ciro Lucio Cologno, Francesco Orlando, Donatina Romano, Maurizio Maria Leone (difesi dagli avv.ti Luigi Marinelli, Ettore Censano, Gianluca Ursitti, Cesare Rizzo, Giuseppe Mastrangelo, Guido e Roberto De rossi).
Infatti il giudice a seguito degli interrogatori di garanzia ha ritenuto attenuate le esigenze cautelari e sufficiente la sospensione dal servizio.

Altri articoli

Back to top button