Comunicati

UNO, NESSUNO, CENTOMILA.

Avevano ragione i nostri rappresentanti quando, dai banchi della Opposizione, tuonavano contro i vertiginosi aumenti dei costi del servizio della nettezza urbana e della raccolta differenziata.

I numeri sono numeri.

Nel 2012 il

 

costo del servizio era, per una casa di abitazione, di € 2,30 al mq –e già vi era stato un aumento! –; nel 2013 il costo, sempre per una casa di abitazione, è stato portato ad € 3,81 al mq.

Risulta vano il puerile tentativo da parte dei responsabili di far credere ai Cittadini di San Severo, a dir poco irati per gli avvisi di pagamento del saldo TARES, che la colpa sarebbe del governo centrale che ha costretto i Comuni ad effettuare aumenti insostenibili.

Le responsabilità vanno ricercate in loco.

Colpa del sindaco mandato a casa? Certo, ma non solo.

La responsabilità è dell’intera maggioranza che sosteneva il sindaco, compresi assessori e consiglieri di riferimento.

A tale proposito nascono spontanee alcune domande: dov’era il Dott. Leonardo Lallo, che i contraddittori superstiti del vecchio Centrodestra cercano –con tanto affanno e sprezzo del pericolo- di accreditare come “l’Enfant Prodige” dellapolitica sanseverese?

Dov’erano tutti gli assessori della trapassata giunta, i quali , gettato “il peso” a mare, credono di poter navigare verso lidi sereni, stoltamente confidando in una improbabile memoria corta dei Sanseveresi?

Non mancheremo di chiedere qualche spiegazione sul tema alla candidato sindaco Marianna Bocola, già assessore della defunta giunta, che crede di poter prendere in giro i Cittadini grazie alla disinvolta operazione di “maquillage” politico posta in essere.

Tantomeno vogliamo tacere le gravissime responsabilità dell’apparato dirigenziale, composta molto spesso da “personaggi in cerca di autore”, trovati anche lontano da San Severo.

Che dire poi del gruppo dei “soliti noti” dell’ambiente, capitanati dall’immancabile “uno , nessuno, centomila”, delle ultime tre amministrazioni …

Nonostante una brillante raccolta differenziata fatta dai cittadini i costi standard della “monnezza” risultano spropositati e le conseguenze ricadono sui sanseveresi sotto forma di odiosi aumenti di balzelli!

Noi sappiamo che la realtà, invece, è una ed una sola ed i Cittadini la conoscono ormai molto bene dovendola scontare sulla propria pelle.

Quali “Popolari per l’Italia” combatteremo una battaglia di civiltà per ricostruire una Città da troppo tempo avvilita e offesa.

POPOLARI PER L’ITALIA

San Severo

Altri articoli

Back to top button