In evidenza

Il messaggio del Vescovo Renna alla Città per la Festa Patronale

Torna la Festa dei Sanseveresi (dal 18 al 21 maggio p.v.) e con essa, l’insieme di tradizioni e riti che caratterizza la devozione alla Beata Vergine Maria del Soccorso e la rappresentata come “la festa di tutti”, indistintamente.

Questo il messaggio di S.E. Mons. Lucio Angelo Renna:

<< Carissimi,

con sentimenti profondi di fiducia,

 

di ottimismo e di speranza, ai quali ci abilita la nostra fede nel Risorto e nello Spirito operante nella Chiesa e nel mondo, anche quest’anno vogliamo esprimere il nostro comune ardente amore alla Madonna del Soccorso.

Quasi raccogliendo in una sintesi gaudiosa tutti gli slanci della Chiesa verso di Lei, vorrei trasformarli in un inno della nostra filiale fiducia perché “La Madre di Gesù… sulla terra brilla ora innanzi al pellegrinante popolo di Dio quale segno di sicura speranza e di consolazione, fino a quando non verrà il giorno del Signore” (LG.68). Quando maggio si avvicina, tutti noi sanseveresi ci prepariamo alla festa della Mamma universale, Maria SS.ma del Soccorso.

Ma, a ben riflettere, è proprio Lei la nostra festa.

Maria è la nostra festa perché ci ha donato e continua a donarci, nella Chiesa, il Cristo che è la gioia e la corona dei Santi.

Maria è la nostra festa perché, come sintesi delle prerogative sfolgoranti delle anime salvate da Cristo, dimostra che il cammino della nostra speranza non è senza meta.

Maria è la nostra festa perché ci sollecita alla comunione fraterna. Nel suo nome di Madre, sempre pronta a soccorrere i propri figli, ci offre continuamente motivi per crescere come famiglia di Dio, Uno e Trino. I devoti che, durante l’anno ma specialmente nel mese di maggio, affollano il Santuario del Soccorso e la nostra Cattedrale, si ritrovano insieme, insieme pregano, insieme gioiscono nel Signore, insieme celebrano il “sacramentum charitatis” (il sacramento dell’amore), cioè l’Eucaristia, insieme cantano le lodi di Maria.

Maria è la nostra festa perché dà risposte e spessore alle nostre aspirazioni incoercibili, alla nostra sincera ricerca di valori autentici, alle nostre delusioni, alla nostra spasmodica ansia di libertà e di felicità. Durante la novena, infatti, rifletteremo sulla vita e la spiritualità di Maria alla luce del discorso della montagna e specialmente delle beatitudini (Mt 5,1-16).

Maria è la nostra festa, festa di luce, di fede, di speranza, di carità; festa di novità pasquale; festa di liberazione vera e duratura, festa d’amore. Anche quest’anno, nonostante le nuvole scure e minacciose che gravano sulla nostra umanità, siamo chiamati a fare corona alla cara e amabile Madonna del Soccorso.

In Lei e con Lei – conclude il Pastore della diocesi – riscopriremo in noi la forza per superare le prove della vita. In lei e con Lei, la nostra festa non può tramontare.

In attesa di rivedervi, uniti nella preghiera verso tanta Madre, nel nome di Gesù vi benedico di cuore tutti e ciascuno >>.

San Severo lì, 16 maggio 2014

San Ubaldo

Direttore Ufficio Comunicazioni Sociali/Addetto Stampa della Diocesi

dott. Beniamino PASCALE

Relazioni esterne e comunicazione: dott. Beniamino Pascale

mobile: 3472318523 – beniaminopascale@tiscali.it

Curia Vescovile-Uffici diocesani, via Soccorso nr. 38

71016 – SAN SEVERO (FG)

www.diocesisansevero.

Altri articoli

Back to top button