CronacaIn evidenza

San Severo: LE SEPOLTURE DEI SOLDATI TEDESCHI NEL NOSTRO CIMITERO.

di Renato Fallucchi

  Molti sanno che il 27 Settembre 1943, quattro soldati inglesi a bordo di una Jeep, in avanguardia, precedevano il loro reparto e all’altezza del macello comunale in via Foggia vennero barbaramente annientati con l’uso di lanciafiamme da un reparto di militari tedeschi in ritirata. I corpi dei quattro inglesi furono sepolti nel nostro cimitero e sulle loro tombe l’Amministrazione Comunale, nell’aprile del 1944, fece realizzare, a memoria del loro sacrificio, una stele funeraria. Tuttora, sul monumento, pur non ricoprendo più i corpi dei militi, perché traslati nella loro Inghilterra, i nostri concittadini continuano a deporre fiori e ceri nella ricorrenza dei Defunti.

Sicuramente pochi, invece, ricordano che alcune settimane prima di quell’evento, il nostro Cimitero aveva accolto le spoglie di diversi militari tedeschi, caduti in azioni di guerra per ostacolare l’avanzata degli Alleati nella nostra  regione. Le salme erano tumulate nel campo di sepoltura, allora esistente, dove ora sorge la tomba dell’Arciconfraternita della Madonna del Soccorso, esattamente sulla sinistra in parallelo al viale principale. Sulle croci poste su ogni sepoltura furono collocati gli elmetti dei caduti, che rimasero per diversi anni. Da alcune foto, che ho ritrovato, si evince che i militari deceduti vennero sepolti con tutti gli onori, resi da un picchetto di commilitoni schierati e da altri allineati accanto alle bare. (Foto allegate)

 Anche queste sepolture, per quel che ricordo, registrarono la pietà cristiana dei nostri concittadini che, sempre in occasione della ricorrenza dei Morti, deponevano fiori, nonostante il comportamento che le truppe tedesche di stanza nella nostra San Severo avevano tenuto  fino al momento di lasciare la città. Questa consuetudine durò fino a quando i resti di quei giovani soldati, caduti comunque nell’adempimento del loro dovere, vennero esumati e traslati, nei primi anni del 1960, alcuni in patria, altri nel cimitero militare di Montecassino, su richiesta del Governo dell’allora Germania Ovest. Ho ritenuto di condividere tramite ‘La Gazzetta di San Severo’ questi ricordi, recuperati nel riordinare documenti familiari, tra i quali  ho rinvenuto foto e notizie di tre famiglie di caduti , con le quali l’allora responsabile del nostro cimitero mantenne relazioni epistolari.

Dal 1951 e fino al 1956 i genitori e i fratelli dei tre militari tedeschi vennero regolarmente a San Severo, in visita alle tombe dei rispettivi cari, trovando sempre adeguata accoglienza e ospitalità.

Altri articoli

Back to top button