ComunicatiIn evidenza

L’opposizione ad Azione: prendere incarichi dall’amministrazione e non firmare la sfiducia non vi rende credibili

“Apprendiamo dalla stampa, con una motivazione non bene esplicitata che il consigliere Marino non firmerà la mozione di sfiducia. 

La crisi di maggioranza è un momento politico in cui si richiede la massima serietà e onestà intellettuale e l’ultima cosa che ci si sarebbe aspettati è che un segretario di partito dell’opposizione riceva un incarico dall’amministrazione, cosa che guarda caso è avvenuta proprio al segretario di Azione. 

La mozione di sfiducia è un documento politico che certifica un confine, che evidentemente il consigliere Marino e il suo partito non hanno ancora il coraggio di varcare. 

Gli atteggiamenti ambigui e le strategie da prima repubblica di porsi come opposizione antagonista dell’opposizione non possono passare sotto traccia, perché la vera opposizione dell’opposizione è la maggioranza, la stessa da cui Azione e il consigliere Marino devono dimostrare di voler contrastare nei fatti, non con un comunicato stampa. 

La mancata firma alla mozione di sfiducia resta una dato politico inequivocabile che lo colloca vicino a Miglio e non all’opposizione.”

Le forze consiliari di opposizione congiuntamente. 

Forza Italia, Città Civile, Lega, Consiglieri indipendenti 

Altri articoli

Back to top button