ComunicatiIn evidenza

ORE 19,30…SCATTA IN CITTÀ LA PAURA DELLE RAPINE

L'Editoriale di DESIO CRISTALLI

Rapine ad orologeria? Mi è capitato di notare, non da oggi, che alle ore 19.30 o giù di lì a San Severo scatta la ‘sindrome rapina’, cioè la paura di rimanere vittime di razzie a mano armata. Ho chiesto a gestori e titolari di tabaccherie, distributori di benzina ma anche di negozi e supermercati perché la sera, massimo verso le ore 19.45, c’è una corsa alla chiusura. La risposta è stata sempre la stessa: dalle 19.30 in poi scatta la paura delle rapine, la paura di ritrovarsi davanti un rapinatore travisato con una pistola o un coltello in mano che ti intima di consegnare l’incasso della giornata. Ad onor del vero i repulisti fatti dalle Forze dell’Ordine da un paio di anni a questa parte hanno ridimensionato ai minimi termini il fenomeno ma, evidentemente, è rimasto tra la popolazione un’atavica paura di rischiare la pelle e il proprio danaro per colpa di quella…feccia umana che vive da queste parti inquinando la nostra vita. Un vecchio cronista conosce bene queste ‘abitudini delinquenziali’ di casa nostra e può capire bene queste corse alla chiusura serale, anche se va dato atto a tutte le Forze dell’Ordine di stanza a San Severo e in Capitanata di aver ripulito il più possibile gli angolini non trascurando tutte le strategie possibili per mettere la mordacchia ad una criminalitàsempre più incarognita.Ma giacchè siamo in argomento, non va trascurato il solito appello alla gente sanseverese a collaborare il più possibile con chi difende l’ordine e la sicurezza pubblica, al fine di ottenere sempre migliori risultati di…pulizia sociale in casa nostra. Mille occhi vedono sempre più di pochi e possono rendere imbattibile la ‘squadra Stato’ che controlla ed agisce per migliorare il più possibile la nostra vita quotidiana.Negli anni scorsi c’erano tante rapine (anche quattro in un pomeriggio!) ed era giusto essere sempre terrorizzati perché I LUPI AFFAMATI in giro erano molti di più. Ora i lupi sono meno ma bisogna tenere d’occhio i soliti fronti droga e furti d’auto, i furti con arieti d’ogni tipo e gli incendi dolosi per rovinare il prossimo a tutti i costi. Senza trascurare, beninteso, le razzie e i sabotaggi nelle campagne del nostro agro. In conclusione: FORZE DELL’ORDINE E CITTADINI SEMPRE PIU’ UNITI DIVENTANO UNA SQUADRA DIFFICILMENTE BATTIBILE DA PARTE DELLA DELINQUENZA!    

Altri articoli

Back to top button