ComunicatiPrima pagina

San Severo non può essere ostaggio di una piccola minoranza….

I fatti di cronaca emersi in questi giorni nella comunità sanseverese per i fuochi pirotecnici non autorizzati nei vari quartieri ed effettuati senza nessuna precauzione ad evitarela diffusione del virus e quindi salvaguardare  la salute pubblica, merita una riflessione. Innanzitutto occorre ricordare che non siamo ancora usciti ,dopo oltre due mesi di lockdown, dalla possibilità di contrarre il virus e che i tanti sacrifici degli operatori sanitari ( anche a costo della loro vita) e le somme messe a disposizione dal Servizio Sanitario per curare ogni cittadino potrebbero essere vanificati per l’irresponsabilità di una minoranza avulsa da qualsiasi forma di rispetto per gli altri (prima ancora del rispetto delle regole).

Il Sindaco ,che sovrintende la sicurezza e l’ordine pubblico oltre alla salute ,ha fatto bene  a redarguire energicamente certe manifestazioni , ma l’avrebbe fatto, come l’ha fatto, di fronte a qualsiasi assembramento  e in qualsiasi luogo , che mettesse in pericolo la sicurezza e la  salute dei propri concittadini . Poteva riguardava il quartiere Luisa Fantasia , l’immacolata ,  San Berardino o il Centro Storico.

La verità è che questo paese ,che è fatto dalla stragrande maggioranza di persone per bene ,  è vittima ed ostaggio di una piccola minoranza che con la violenza e la sopraffazione vuole imporre le sue regole  a dispetto delle Istituzioni.

Questa piccola minoranza è la stessa che va nelle scuole e maltratta le maestre o i professori  per il semplice fatto di aver richiamato i propri figli , questa piccola minoranza è la stessa che va nel pronto soccorso e aggredisce fisicamente gli operatori sanitari per essere curati  prima e presto, incuranti di ogni protocollo.

Questa piccola  minoranza è quella che con la loro prepotenza ed arroganza  crea i presupposti per scoraggiare ogni forma di  investimento da parte degli  imprenditori locali  e stranieri. E’ quella piccola minoranza che non vuole pagare le tasse , non paga le multe , deturpa la città ,non si alza tutte le mattine per  andare a lavorare e che usa tutte le strategie per  vivere e governare sulla maggioranza delle persone attente alle regole.

Oggi, senza se e senza ma, dobbiamo stare a fianco delle Istituzionirappresentate dalle figure del Sindaco e del Prefetto , perché  insieme a loro e alle forze  dell’ordine la società civile può difendere la propria Comunità emarginando ogni forma di prevaricazione e dando dignità ad ogni singola persona .

Antonio Giuseppe Bubba

Altri articoli

Back to top button