ComunicatiPrima pagina

Tricarico sulla questione “Suore Maria Ausiliatrice”: “occorre un protocollo d’intesa con la Diocesi”

La questione degli istituti religiosi è fortemente legata purtroppo al calo delle vocazioni. Credo che la vicenda delle Suore di Maria Ausiliatrice sia dipeso da questo dato incontrovertibile.
Ho sempre pensato che una soluzione dovrebbe contenere due approcci distinti, uno religioso, l’altro in capo alle istituzioni locali.
Questi Ordini non hanno altra strada se non quella di investire in una maggiore responsabilizzazione dei laici nella gestione delle strutture.
Considerato poi che gli oratori, le parrocchie, gli istituti religiosi in genere, rappresentano l’ossatura di una risposta vera al disagio sociale e educativo, un Comune ha il dovere di sostenere economicamente tali sforzi.
Per questo avevamo proposto al Sindaco di stilare un Protocollo d’Intesa con la Diocesi ed in particolare con l’Epicentro di don Nico, Protocollo finalizzato a sostenete concretamente gli sforzi che da decenni vengono profusi gratuitamente in ogni quartiere della città.
La grande commozione suscitata dalla morte di don Salvatore, parroco di periferia, deve far riflettere.
Dunque, questo punto in particolare dovrebbe essere presente nel Dup in approvazione e mi auguro di trovarlo scritto a chiare lettere.
L’Oratorio è un modello di convivenza e di cittadinanza, è l’archetipo di quello che dovrebbe essere una città. Sostenere concretamente tali strutture significa consolidare il legame sociale, prevenire atti criminali, favorire la crescita di tutti.
Nazario Tricarico Città Civile

Altri articoli

Back to top button