Cronaca

FOGGIA: FURTO, EVASIONE, RICETTAZIONE, RESISTENZA A P.U., SPENDITA DI BANCONOTE FALSE E CATTURANDI. OTTO ARRESTI DEI CARABINIERI.

Intensificazione dei servizi di controllo del territorio da parte dei Carabinieri della Compagnia di Foggia che hanno portato all’arresto di otto persone.

Nello specifico, in città è stato tratto in arresto per tentato furto Martino Giuseppe, classe ’75, di Foggia. Il Martino è stato sorpreso dai Carabinieri mentre tentava di introdursi nel supermercato Eurospin di via Einaudi. Lo stesso aveva già sfondato una vetrata laterale del supermercato con una spranga, quando è stato sorpreso dai militari e bloccato. Per lui il giudice, dopo il giudizio di convalida, ha disposto la misura degli arresti domiciliari.

Bloccati e arrestati a Deliceto Scaringi Biagio, classe ’85, e Bruno Francesca, classe ’98, entrambi di Foggia. Gli stessi sono stati arrestati dopo aver fatto acquisti in alcune attività commerciali della zona pagando con banconote false da 50 e 20 euro. Sottoposti ai domiciliari in attesa della direttissima.

A Foggia, nell’ambito dei servizi di controllo in zona Stazione, è stata intercettata dai Carabinieri una Fiat Punto con a bordo due cittadini extracomunitari. Alla vista della pattuglia, che aveva intimato loro l’alt, si sono dati alla fuga via lungo via Scillitani, per poi imboccare via Trinitapoli. Lì sono stati intercettati da altre pattuglie giunte in ausilio, vedendosi costretti ad abbandonare l’auto per tentare di proseguire la fuga a piedi, ma sono stati raggiunti e bloccati. I due sono stati identificati in Diomande Mamadou, classe ’88, e Mangane Mouctar, classe ’87, entrambi originari della Costa D’Avorio e regolari sul territorio nazionale. Gli accertamenti sul telaio del veicolo hanno permesso di appurare che lo stesso era stato rubato a Foggia nel mese di luglio. I due sono stati portati presso la locale casa circondariale ,mentre l’auto è stata restituita al proprietario.

Sempre a Foggia, nell’ambito dei controlli alle persone sottoposte a misure di sicurezza e nella ricerca di catturandi sono state arrestate tre persone. Campanile Luigi, classe ’76, e Delli Carri Vincenzo, classe ’89, sono stati sorpresi fuori dal domicilio in cui erano sottoposti alla misura degli arresti domiciliari e tratti in arresto per il reato di evasione. A seguito di mirati servizi di osservazione e pedinamento è infine stato rintracciato un cittadino rumeno, Stirbu Endy, classe ’75, destinatario di un provvedimento di cattura per esecuzione pene, emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Bologna, per una serie di reati (furti aggravati, estorsione, appropriazione indebita, armi) commessi tra il 2007 e il 2009 a Forlì e aree vicine. Bloccato dai Carabinieri nella zona di Rignano Scalo, dovrà scontare in carcere la pena di otto anni di reclusione.

Altri articoli

Back to top button