Politica

I 65 posti di lavoro? L’ennesima beffa targata Miglio

Il sindaco Francesco Miglio continua in tema di lavoro a sbandierare numeri e cifre che non hanno riscontri nella realtà. Dopo aver promesso 3000 posti di lavoro nel 2014 ora racconta la favola delle 65 assunzioni al Comune. È bene che i cittadini sappiano che quelle assunzioni sono state programmate nel piano triennale del fabbisogno del personale, ciò significa che è una previsione delle risorse umane previste nell’Ente, che si andrà a concretizzare solo e quando saranno trovate le risorse necessarie per farlo.

L’iter burocratico prevede che queste figure vengano individuate dalla graduatoria esistente o dai nuovi bandi, ma potrebbero non essere mai assunte se non ci saranno le condizioni per farlo.

Qualche nuova assunzione è stata possibile solo perché negli anni molto del personale in servizio è andato in pensione e non certo per una migliore organizzazione e amministrazione della cosa pubblica così come Miglio vuol fare credere. Altre assunzioni, a tempo determinato, sono state previste dalla Regione per far fronte alla richiesta dei benefici Red e Sia, una task force aggiuntiva che durerà solo un anno e che viene sostenuta dalla Regione.

Sul tema del lavoro, in un momento difficile come questo, che ha impoverito tante famiglie sanseveresi, il sindaco Miglio farebbe bene a non strumentalizzare la questione e a non mettere al petto medaglie che non merita.

I cittadini non crederanno più alle promesse mai mantenute di questa amministrazione, lo dimostreremo con i fatti e con il programma elettorale che ci accingiamo a presentare.
Miglio parla di cambiamento, eppure a non cambiare sono proprio le bugie che ci racconta da anni.

I coordinatori

L’Alternativa

Leo Irmici

Fabiola Florio

Altri articoli

Back to top button