Prima pagina

Spada: “ecco perché il sindaco non è stato sfiduciato”

Le vicende di certe amministrazioni comunali somigliano terribilmente alle brutte storie d’amore dì scadenti soap opera sudamericane.

C’è chi inveisce contro l’amato, gli lancia contro piatti, promette davanti a una fiduciosa platea che “questa è l’ultima volta”…ma poi torna sempre a casa!
C’è chi vorrebbe avere la forza per andare via, ma una povertà -morale, s’intende!- glielo impedisce!
Infine c’è chi aspetta fiducioso l’anello dì fidanzamento…che non arriverà mai!

Proviamo a spostarci dalla soap opera alle nostre quotidianità.

Cito testualmente i Liberi e Forti, in un comunicato stampa di oltre un mese fa: “ Il momento storico che stiamo vivendo richiama in noi la necessità di un’azione amministrativa più dinamica e più incisiva, scevra dalle pastoie e dall’immobilismo dettato dalle logiche partitiche sempre più lontane dalla realtà.”

Ma poi, com’è andata a finire? Non devo essermene accorta, ma, considerando che alcuni consiglieri sono tornati alla base, evidentemente l’azione amministrativa deve essere diventata più dinamica e incisiva!

C’è poi chi, per un campo dì calcio, perde la credibilità!
Un vero peccato!

C’è chi vuole l’assessorato. Ma un assessorato in più non c’è.

Ecco: le sei persone che non hanno firmato la mozione dì sfiducia, per motivi che faccio dedurre a chi legge, hanno preferito la calda tranquillità.

E non fa niente se San Severo va a rotoli.

Ma, la vera domanda è: a nessuno interessa informare la cittadinanza? Gli assessori hanno presentato formali dimissioni? Sono state accettate? Respinte? Prese almeno in considerazione?

Sono state date delle risposte alle richieste (di quindici giorni fa) dei 5S?

Perché nessuno parla ai cittadini?

Ah, già! Perché non siamo in campagna elettorale!

Ci vediamo alla prossima stucchevole puntata!

Alessandra Spada consigliera comunale indipendente

Altri articoli

Back to top button